Telefoni cellulari antiurto: guida alla scelta

Cellulari antiurto

Lavori in un ambiente nel quale sei costretto a fronteggiare quotidianamente polvere, sporco ed umidità? Eserciti un’attività che mette a rischio la scocca del tuo telefono cellulare?

Sei un esploratore appassionato di montagne rocciose e lande inesplorate o ami praticare sport, ma non desideri rinunciare allo smartphone correndo, pedalando o dedicandoti agli esercizi in palestra?

In tutti questi casi, l’acquisto di uno dei cellulari antiurto presenti in commercio è la soluzione migliore. Nel presente articolo vedremo quindi le caratteristiche essenziali di questi “cellulari resistenti a tutto”, in modo da renderti più semplice la scelta finale.

Cosa sono gli smartphone rugged

Esiste un termine anglosassone coniato per definire i telefoni cellulari antiurto: smartphone rugged. La parola “rugged”, tradotta in italiano, assume il significato di “duro”, “forte”, rendendo bene l’idea alla base di tali modelli.

È negli ultimi anni che la loro diffusione è avvenuta in modo capillare. Questo anche grazie al numero sempre maggiore di persone che hanno scelto di dedicare parte del proprio tempo libero alle attività “outdoor”, esponendo i cellulari a possibili cadute e intemperie.

Prima del loro avvento sul mercato, i consumatori avevano unicamente l’opportunità di acquistare smartphone resistenti ad acqua e polvere, ma totalmente esposti agli urti. Pur rimanendo essenziali, le certificazioni IP65/68 (contro polvere ed acqua), o IPX7 (protetto da immersione temporanea), non sono sufficienti per chi desidera una soluzione più radicale.

Dalla scelta dei materiali alla durezza del display

Se sei alla ricerca di un modello che sia in grado di sopportare cadute accidentali, il primo elemento da tenere in considerazione è il materiale impiegato per la scocca.

La scelta di materie plastiche e gomme, e il fatto di presentare uno spessore piuttosto marcato, sono garanzia di assorbimento ottimale degli urti.

Per quanto concerne il display, è ormai possibile disporre di tecnologie che prevedono l’impiego di un sistema integrato a diversi strati. Quest’ultimo è perfetto nell’assorbire lo “shock” provocato da un impatto impedendo, in questo modo, che il display finisca in mille pezzi.

La certificazione Military Standard Rugged Phone

Attualmente, i cellulari antiurto più resistenti possono godere della certificazione “Military Standard Rugged Phone” (indicata con la sigla MIL-STD-810G).

Per poter conseguire tale certificazione, gli “smartphone da cantiere” devono resistere a:

  • Cadute (effettuate da diverse altezze)
  • Umidità
  • Versamento di liquidi
  • Polvere
  • Variazioni di temperatura

Ad esempio, prendendo in esame le cadute, uno dei test ai quali sono sottoposti questi cellulari prevede 26 cadute su compensato, effettuate a partire da 1,2 metri di altezza.

Colori e autonomia dei cellulari da lavoro


Se durante le ore di lavoro non hai la possibilità di tenere il cellulare in tasca, ma hai a disposizione una cassetta per gli attrezzi, può rivelarsi utile l’acquisto di un modello il cui colore renda semplice l’identificazione.

Diverse aziende hanno scelto di proporre cellulari che mescolano colori quali bianco, arancione e verde, aggiungendo tasti a contrasto.

I rugged smartphone si caratterizzano, nella maggior parte dei casi, anche per l’elevato livello di autonomia. Pertanto, prima di procedere con l’acquisto, esamina attentamente la potenza della batteria.


Scopri qui il cellulare antiurto Forte PLUS 80


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>