Come rippare un CD

Come rippare un CD

Oggigiorno la musica si scarica da store digitali come iTunes e Spotify, non esiste più il desiderio di comprare il cd originale dell’artista.

Se quindi ti ritrovi la tua collezione di CD bella impolverata, ho buone notizie per te.

Puoi facilmente trasportare i file musicali dei tuoi CD su supporti moderni, quali smartphone o lettori portatili.

Come? Semplicemente “rippando” il suddetto CD.

“Rippare” (dall’inglese to rip = scucire, strappare) un CD significa estrarne il contenuto e salvarlo in formati compressi a tua scelta (MP3, AAC, FLAC, MP4) per copiarli e ascoltarli dove desideri. Basta un software adatto (chiamato “ripper”) e il gioco è fatto.

Come rippare un CD: procedura

Rippare un CD non è difficile, ma presuppone innanzitutto la presenza di un laptop munito di lettore adatto. Questo, come in tanti avranno potuto notare, non è una condizione obbligatoria per i moderni device, che spesso ne sono sprovvisti, ed è quindi necessario acquistarne uno esterno.

Procedi a scaricare il software gratuito per Windows “Free Audio CD to MP3 Converter“.

Clicca sul file con estensione .exe per avviare il processo di installazione. Segui le istruzioni e accetta le condizioni di utilizzo e i termini di licenza.

A questo punto sei pronto per aprire il programma e quindi per iniziare a rippare il tuo CD, il quale andrà inserito nell’apposito lettore e “caricato” interamente nel pc.

Seleziona le canzoni da convertire, scegliendo il formato desiderato dal menu dedicato (come ad es. MP3 o FLAC) e la qualità del brano in output.

Clicca poi su “Converti” per dare il via al processo di “Ripping”, che durerà una manciata di minuti e in seguito al quale potrai salvare i brani nella cartella desiderata.

Se ti vuoi assicurare della corretta riuscita del processo di conversione puoi far riferimento al noto “AccurateRip”, una sorta di grande database che contiene informazioni su milioni di Compact Disc rippati, in grado perciò di dare un feedback riguardo alla comparsa di eventuali errori durante il processo, grazie all’interscambio di informazioni tra i vari utenti nel mondo. Sono tanti i software di ripping che supportano AccurateRip, come ad esempio i già citati EAC e XLD.

Miglior CD ripper

Oltre al software Free Audio CD to MP3 Converter ne esistono numerosi altri capaci di svolgere la medesima funzione in modo altrettanto efficace.
Tra i migliori CD ripper ricordiamo:

  1. (EAC) Exact Audio Copy: programma impiegato dai possessori di un Personal Computer che gira con Sistema Operativo Windows;
  2. (XLD) X Loseless Decoder: software che possono essere utilizzati invece su Mac.

Per chi rippa abitualmente su Mac un’altra opzione è quella di utilizzare il classico iTunes, se non si hanno troppe pretese inerenti al livello di personalizzazione.

Rippare un CD audio in MP3

In tanti, vuoi per la compatibilità con la maggior parte dei moderni dispositivi o semplicemente per sentito dire, preferiscono convertire le proprie canzoni, provenienti da CD, nel formato MP3.

Il modo migliore e più veloce di “rippare” un CD audio è quello tramite il software preinstallato Windows Media Player.

Perché rippare un CD in FLAC?

Nonostante in tanti rippino un CD audio in MP3, possiamo affermare che il FLAC (Free Audio Loseless Codec) è un formato migliore da scegliere per trasformare i propri file da CD.

Il brano convertito in MP3 infatti risente parecchio dell’eccessivo processo di compressione dati, che porta sicuramente a occupare meno spazio, ma anche alla perdita di informazioni utili all’ottenimento di una qualità in uscita accettabile e il più vicino possibile alla realtà.

Il formato FLAC permette invece di conservare le caratteristiche audio udibili da Compact Disc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>