Come scegliere l’autoradio: caratteristiche principali

Come scegliere l'autoradio

Come scegliere una buona autoradio

L’autoradio si è parecchio evoluta nelle funzionalità, ma rimane un punto fermo per ogni automobilista, soprattutto quando deve affrontare viaggi lunghi. Ne sai qualcosa?

Bene, in questo post ti offriremo alcuni spunti su come scegliere una buona autoradio per la tua auto.

Cercheremo di fare chiarezza, anche perché quando decidi di acquistare un’autoradio, ti vengono mostrate le funzionalità più disparate: compatibilità con i formati MP3, CD/CD-R/CD-RW, WMA (Windows Media Audio) con ID3 Tag/WMA, qualità del suono, comandi sul volante, attenuatore di volume automatico per telefono integrato (il volume della radio o della musica su CD si abbassa quando si riceve una chiamata), eventuale presenza del GPS con mappe e funzioni navigatore, potenza dei canali radio, tipo di equalizzazione, tipologie di connettività disponibili… ok, davvero troppe!

Cerchiamo di procedere per punti 😉

Caratteristiche principali delle autoradio

Autoradio Stereo Trevi XCD 5770 USB
Capire qual è la migliore autoradio per te diventa quindi impresa assai ardua se vuoi effettuare una scelta oculata. Per aiutarti, ti elenco le funzioni principali delle autoradio, poi starà a te capire quali privilegiare:

  • Capacità di sintolettore dei formati CD/WMA/MP3 : questo punto è fondamentale perché un’autoradio che si rispetti deve essere in grado di leggere non solo i CD, ma anche gli MP3.
    Tipo di antishock: questo dispositivo serve per evitare i continui salti nel cd da una traccia all’altra, o da un punto all’altro nei brani musicali. Per capire se il tipo di antishock è buono, devi tenere in considerazione il fatto che la sua capacità di evitare salti si esprime in secondi. In pratica il sistema antishock possiede una memoria, che si misura in secondi, ed è in grado di ricordare gli istanti successivi di un brano e riprodurli.
    Più secondi misura l’antishock e migliore sarà l’ascolto.
  • Potenza canali: anche questo è un fattore molto importante per valutare un’autoradio; di solito una potenza di 40/45 Watt per 4 canali si può considerare buona.
  • Presenza dell’RDS (Radio Data System): questa funzione è utile specialmente nel caso di viaggi da una provincia all’altra, perché tramite questo sistema puoi evitare di perdere l’ascolto della tua stazione preferita, anche se viene cambiata la sua frequenza.
  • Tecnologia per la ricezione DAB (Digital Audio Broadcasting): si tratta di una tecnologia capace di ricevere trasmissioni radiofoniche in digitale, e ciò garantisce un miglioramento notevole della ricezione delle stazioni radiofoniche e una qualità audio superiore.
  • Presenza di un connettore frontale: sicuramente una caratteristica da non sottovalutare. Porte USB, connettori jack, aux-in, lettori di schede di memoria, consentono di collegare l’autoradio con dispositivi esterni, come lettori mp3, penne USB, o di trasportare la musica dal pc all’autoradio con le schede di memoria.
  • Bluetooth: permette di utilizzare l’autoradio come un sistema di riproduzione file Mp3 o riproduttore di conversazioni telefoniche in “viva voce”, collegandola direttamente al tuo smartphone con questa tecnologia di connessione senza fili (Bluetooth appunto).
  • Sorgenti esterne: in questa categoria rientrano tutte quelle sorgenti che fanno parte delle autoradio più tecnologiche e all’avanguardia. Potrebbero essere presenti ad esempio ingressi o uscite audio/video per sorgenti esterne come un eventuale telecamera di retromarcia, oppure
    predisposizioni per l’utilizzo di amplificatori esterni PRE OUT, ovvero uscite sul retro per collegare la sezione subwoofer.

1 Din o 2 Din: Quale scegliere?

Autoradio 1 DIN VS 2 DIN

Chiariamo subito: lo standard ISO 7736 rappresenta la misura standard delle dimensioni del telaio delle radio per autoveicoli. Viene chiamato DIN dallo standard originale stabilito dall’ente tedesco Deutsches Institut für Normung (DIN). Nel caso di 1 DIN: 180 x 50 mm, 2 DIN = 180×100 mm.

Le autoradio a 1 Din sono quelle maggiormente diffuse, e questo perché dal punto di vista economico sono le più convenienti; inoltre, possiedono tutte le funzioni necessarie e qualità sonore di ottimo livello, soprattutto se si tiene conto dei top di gamma. Gli stereo a 1 din sono differenti rispetto a quelli a 2 din soprattutto per le dimensioni, e sono adatti a tutte le auto. Su alcune vetture infatti, non è possibile installare uno stereo a 2 din per questioni di spazio.

Un altro fattore è legato alla questione dei furti: queste autoradio sono dotate di frontalino estraibile, un elemento da non sottovalutare perché scoraggia eventuali malintenzionati.

Le autoradio a 2 din invece, hanno dimensioni doppie in altezza rispetto alle prime e di solito dispongono di uno schermo LCD e sistema touch screen. Possono offrire la possibilità di guardare film, fotografie, programmi Tv e sono dotati di sistemi per la navigazione satellitare.

Se stai cercando un prodotto audio dotato di alte prestazioni sonore, ma facile da utilizzare puoi scegliere benissimo un’autoradio a 1 din. Se invece ti interessa fruire di più servizi multimediali, puoi optare per l’autoradio a 2 din (se la tua macchina lo permette).

Tipologie di autoradio presenti sul mercato

Autoradio con Display 7" Touchscreen e Bluetooth Trevi MDV 6350 BT

Ora che abbiamo visto le caratteristiche principali delle autoradio, possiamo elencare le tipologie presenti sul mercato.

I modelli di autoradio che si possono trovare in commercio sono essenzialmente due.

  1. Ci sono autoradio che servono solamente per l’ascolto dell’audio e che sono dotate quindi di sintonizzatore radio, lettore cd e/o mp3 incorporato e possibilità di collegamenti esterni; si tratta dei modelli più diffusi e anche più acquistati.
  2. La seconda categoria riguarda le autoradio che sono dotate di un piccolo schermo, grazie al quale si può accedere alle svariate funzionalità dell’apparecchio premendo semplicemente in alcune parti dello schermo stesso, parliamo in questo caso della funzione touch screen.

Chiaramente i modelli che appartengono alla seconda categoria sono più tecnologici e all’avanguardia, perché permettono anche di guardare la tv, grazie al sintonizzatore tv, guardare dvd, e ottenere indicazioni stradali attraverso il sistema GPS integrato.

Prezzi delle autoradio

I costi degli ultimi modelli che abbiamo elencato sono ancora piuttosto elevati rispetto a quelli del primo tipo (c’è una forbice di prezzo che oscilla dai 30 euro ai 300 euro, per intenderci).

Chiaramente se non desideri avere a disposizione tutti gli optional multimediali opterai per le autoradio classiche, avendo cura di scegliere comunque un’autoradio con funzionalità adatte a te e dal prezzo più accessibile.

Se d’altro canto non vuoi rinunciare alla comodità delle ultime tecnologie, hai la possibilità di acquistare prima un modello standard, senza schermo, per aggiungerlo poi in un secondo momento: devi solo accertarti all’acquisto del primo modello, che questo disponga delle connettività adeguate.


Guarda tutte le nostre autoradio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>