La rivoluzione del 5G e cosa cambierà

Cos’è il 5G?

La  rivoluzione del 5G

Il 5G è lo standard di quinta Generazione pensato per la comunicazione tra dispositivi mobili, in grado di garantire velocità estremamente elevate sia in fase di upload che di download, consentendo inoltre di interfacciarsi con i dispositivi IoT.

Questa speciale connessione è stata messa a punto dalle associazioni facenti parte della Next Generation Mobile Networks Alliance, che racchiude in un unico gruppo istituti di ricerca, produttori, operatori e venditori impegnati nel campo della telefonia mobile.

Caratteristiche che differenziano il 5G dal 4G

Alla base di questa rivoluzione della comunicazione in mobilità c’è il livello di velocità della connessione, che passerà ad essere più performante rispetto allo standard 4G LTE di una quota pari a 100-1000 volte, variabile in base al tipo di operatore.

Per ora il regolamento è ancora in fase di definizione, ma è già stato stabilito che l’efficienza spettrale verrà migliorata e si avrà una latenza ridotta associata a una copertura di maggiore estensione.

In particolare a una latenza media di 70-100 ms per il 4G, si sostituirà quella di 1-4 ms del 5G, quindi tempi di attesa e caricamento estremamente ridotti.

Questo significa per esempio che se oggi con il 4G devi dare un input di stop a una macchina a guida autonoma che va ai 100 km orari, quest’auto si ferma dopo 3 metri. Con il 5G la stessa auto si ferma dopo 3 cm. Una differenza che fa la differenza, non credi?

Cosa cambierà in pratica il 5G

L’organizzazione International Telecommunication Union, che si occupa di stabilire gli standard per telecomunicazioni e uso di onde radio, ha definito che con il 5G la banda di picco di una cella passerà dall’attuale 1Gbps del 4G LTE ai 10 Gbps per l’upstream e ai 20 Gbps per il downstream.

Una capacità di rete incredibilmente aumentata che consentirà a più utenti di connettersi contemporaneamente senza rallentamenti.

Si è calcolato che per ogni chilometro quadrato coperto sarà possibile connettere circa 1 milione di dispositivi.

Gli effetti del cambiamento riguarderanno soprattutto lindustria 4.0. Ovvero il nuovo modo di fabbricare ipertecnologico e iperconnesso dell’automazione industriale. Grazie al 5G si potrà connettere una fabbrica intera via wireless, senza più cavi. Niente male come evoluzione. E questo è solo l’inizio…

Quando sarà operativo il 5G

Secondo gli esperti questo nuovo standard tecnologico sarà a disposizione di tutti entro la fine del 2020, anche se si spera di accorciare i tempi e proprio per questo motivo i lavori vanno avanti a ritmo incessante.

In alcune zone d’Italia i test relativi a questa nuova tecnologia di trasmissione sono già stati avviati. I maggiori operatori del mercato stanno infatti collaudando i propri strumenti presso alcune città dello Stivale, come Matera, Bari, L’Aquila, Prato e Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>