Decoder digitale terrestre: quale scegliere

Decoder digitale terrestre: quale scegliere

Decoder digitale terrestre vs decoder satellitare

Siamo qui per capire come scegliere un decoder digitale, ma lascia prima che ti chiarisca la differenza tra decoder digitale terrestre, propriamente detto, e decoder satellitare.

Precisamente il digitale terrestre è utilizzato e indispensabile sin dal 2012 per poter vedere i programmi televisivi.

Il decoder satellitare prevede, in aggiunta, l’installazione di una parabola.

Detto questo possiamo dare una definizione di “Decoder” in senso lato, indicando con tale nome uno strumento in grado appunto di “decodificare” un segnale, non necessariamente televisivo, ma che è entrato così tanto nel parlato comune dall’essere inteso come l’apparecchio che consente la visione dei canali e dei servizi a disposizione dei teleutenti.

Un po’ di storia

In Italia il completo “switch-off” verso l’utilizzo della tv visibile tramite il digitale terrestre (indicato con la sigla TDT oppure DTT) è avvenuto esattamente nel 2012, il 4 luglio, dopo un lento e graduale passaggio che ha visto diverse zone del Paese arrivare a tale traguardo in periodi differenti.

In particolar modo fu la regione Sardegna l’apripista per questo progetto in Italia, con trasmissioni su digitale terrestre trasmesse sin dal 2003 e relativo completo spegnimento dell’analogico a fine 2008.

Ovviamente tale processo necessitò dell’adeguamento di impianti, apparecchiature e antenne, con non pochi disagi per la popolazione. Tuttavia i vantaggi dati da questa tipologia di trasmissione sono innegabili, a partire dalla qualità delle immagini, fino ad arrivare a una maggiore facilità di gestione e a un maggior numero di canali, solo per citarne alcuni.

Modelli di decoder digitale terrestre

Decoder Digitale Terrestre DVB-T2 HEVC Trevi HE 3368 T2

Quando decidi di acquistare un decoder digitale terrestre ti trova davanti a un’ampia gamma di prodotti, i quali si differenziano essenzialmente per prezzo, funzionalità, componentistica e forme.

Le aziende produttrici in genere puntano su l’una o l’altra caratteristica in base alla fascia di consumatori a cui mirano, tuttavia alcune risultano essere imprescindibili.

A grandi linee si possono distinguere le seguenti tipologie di decoder, contrassegnate da bollini di diverse colorazioni stabiliti dal consorzio DGTVi:

  • Bollino Grigio: parliamo di decoder che permettono solamente la ricezione in chiaro a definizione standard, vengono chiamati in genere “Zapper”;
  • Bollino Bianco: per la ricezione dei programmi in chiaro e a pagamento (però solo tramite modulo CAM);
  • Bollino Blu: apparecchi che consentono, oltre a quella dei programmi in chiaro, anche la visione di canali pay per view e l’utilizzo di servizi interattivi;
  • Bollino Oro: per la ricezione di programmi in chiaro, a pagamento + servizi interattivi;
  • Bollino Platino: decoder con sintonizzatore digitale integrato in 4k con possibilità di ricezione dei programmi in chiaro, a pagamento e dei servizi interattivi.

In generale nell’acquisto di un decoder puoi puntare al risparmio o all’innovazione.

Se punti al risparmio devi anche essere pronto a cambiare più frequentemente apparecchio.

Se punti a un apparecchio volto alle nuove tecnologie il prezzo aumenterà, ma sarà un investimento sul lungo periodo.

In tutto questo bisogna sempre considerare le modifiche sugli standard di codifica di compressione video HEVC che seguono l’evoluzione delle televisioni. Per approfondire questo discorso complesso ti rimando al post su “Come scegliere un televisore: guida all’acquisto“.

Decoder satellitare

Decoder Digitale Satellitare "Free to Air" Trevi SAT 3387 FA con Full HD

Decoder Satellitare 3387 FA con ricevitore SAT “Free To Air” per ricevere canali da satellite in chiaro / Sistema DVB-S/DVB-S2 / Compatibile MPEG-2, MPEG-4, H 264/ Full HD 1080P / Riproduttore File da USB

Quando si parla di decoder digitali terrestri satellitari la distinzione tra modelli non si discosta molto dalla precedente, ciò che muta è la dotazione tecnica e tecnologica dell’assetto, che si arricchisce di un’antenna parabolica. Sarà perciò quest’ultima a ricevere il segnale e a inviarlo al decoder, a cui è collegata, facendo in modo che venga decrittato e quindi siano visibili i canali.

La categoria che va ad aggiungersi alle precedenti, paragonabili seppur non identiche, è quella che comprende il decoder in grado di supportare il Full HD (1080p).

Per ciò che riguarda poi la visione della Pay Tv essa in genere viene gestita tramite abbonamenti, i quali prevedono pacchetti differenziati a seconda delle singole esigenze, con canali fruibili attraverso l’utilizzo di schede a cui possono essere associati o meno specifici decoder.

L’enorme sviluppo tecnologico degli ultimi anni ha consentito di mettere a punto apparecchi decodificatori di ultima generazione, comprendenti ad esempio un Hard Disk dove registrare i tuoi programmi preferiti, o ancora in grado di navigare su internet o gestire i canali in modalità on demand, opzioni neanche immaginabili solo qualche anno fa.

Quale decoder digitale terrestre comprare?

https://www.trevi.it/catalog/articolo/136-decoder/rhxwmifzjg-he-3375-ts-decoder-dvb-t2-hevc.html

In primo luogo è necessario capire di cosa hai veramente bisogno e quindi puntare sui modelli più adatti ai tuoi obiettivi di visione. Tra le caratteristiche tecniche da considerare ti elenco qui sotto quelle che possono aiutarti a comprendere quale decoder digitale terrestre comprare:

  1. Il DVB-T (odierna tecnologia di trasmissione del digitale terrestre) sarà presente sempre più in compartecipazione con la nuova generazione, il DVB-T2. Quindi se stai pensando di acquistare un decoder devi tener conto del futuro passaggio a questo nuovo standard di trasmissione digitale.
  2. HD. Sono praticamente tutti ormai i canali che garantiscono la fruizione dei propri servizi in alta definizione. Chi decide di comprare un decoder dovrebbe assicurarsi che il ricevitore supporti tale tecnologia.
  3. Internet. La nuova frontiera della tv è proprio quella legata alla rete, i moderni decoder consentono di navigare tra i siti e accedere a tutti i servizi interattivi offerti dalle piattaforme televisive, l’on demand a tutte le ore della giornata. Spesso questo genere di apparecchi è dotato della tecnologia wi-fi.
  4. Hard-disk integrato: decoder che ti permette di registrare i tuoi film o serie preferite.
  5. Canali Pay per view: per vederli devi acquistare un decoder che consenta l’inserimento dell’opportuna tessera e quindi la fruizione dei canali a pagamento.

Clicca qui e scopri tutti i nostri decoder!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>