IFA Berlino: la fiera dell’evoluzione tecnologica

IFA Berlino

L’IFA di Berlino (Internationale Funkausstellung Berlin) rappresenta l’evento tematico maggiormente atteso da parte di produttori, rivenditori ma anche semplici appassionati di nuove tecnologie ed elettronica del vecchio continente.

La fiera dell’IFA, organizzata dall’associazione tedesca dell’elettronica e della comunicazione, si tiene ogni anno nella prima settimana di settembre e attira nella capitale tedesca centinaia di migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo.

L’evento rappresenta la più grande vetrina per l’esposizione delle ultime novità sia nel campo degli elettrodomestici sia in materia di telecomunicazioni, evoluzioni in campo di musica digitale, TV e tutto ciò che è elettronica di consumo di alto livello.

A mero titolo esemplificativo, negli ultimi anni è stato riservato uno spazio espositivo particolare alla tecnologia di stampa in 3D.

Quest’anno invece si parlerà di robot, realtà aumentata, assistenti virtuali, la risoluzione 8K e la salute digitale.

IFA: come si struttura

Bandiere IFA Berlino 2016

Il polo fieristico berlinese rimane aperto ai visitatori per l’intero arco della giornata con un efficiente servizio di trasporti pubblici che permettono un facile raggiungimento degli stand.

Durante i primi due giorni di apertura dei lavori, si tengono le cosiddette “Keynotes”, ovvero conferenze, aperte a titolo gratuito per tutti i visitatori, gli addetti ai lavori e alla stampa, durante le quale i CEO delle maggiori realtà mondiali presenti alla fiera, dall’alto della propria esperienza e rappresentatività, illustrano i propri progetti per il futuro e il punto di vista delle aziende produttrici circa l’evoluzione del campo dell’elettronica.

Durante l’arco della giornata è inoltre possibile prendere parte all’esibizione dal vivo di artisti internazionali nel campo della musica di ogni genere nell’ampio spazio del Sommergarten.

Cenni storici

L’IFA nasce nel 1924 e fino all’edizione del 1939 si svolge con cadenza annuale. A partire dal 1950 e fino al 2004 la frequenza diventa biennale, salvo poi effettuare un ritorno al passato, a partire dal 2005. L’edizione dell’IFA 2016, che termina oggi, è stata la numero 56 ed è stata una delle più imponenti con la presenza di oltre 1000 espositori su più di 150.000 metri quadri di superficie e il coinvolgimento di 68 agenzie di catering e di 97 agenzie di hostess.

In particolare lo spazio espositivo per l’edizione 2016 è stato suddiviso in 7 aree tematiche, suddivise per colori nel modo seguente:

  1. Home Entertainement,
  2. Audio Entertainment,
  3. Elettrodomestici,
  4. My Media (foto, musica, computer, ecc.),
  5. Public Media (emittenti TV e radio e media professionali),
  6. Communication (Internet, navigazione satellitare, ecc.),
  7. Technology & Components.

IFA Global Markets: l’evento pensato per le aziende

Relativamente all’ultimo ambito menzionato, quello della Technology & Components, gli organizzatori hanno organizzato una sorta di fiera “parallela” all’IFA, riservata esclusivamente al business tra le aziende (b2b), quindi un evento non aperto ai visitatori, denominata IFA Global Markets.

In sintesi, a chi ancora si chiedesse cos’è l’IFA, possiamo rispondere che l’IFA rappresenta la più grande vetrina del meglio dei prodotti e dei servizi legati al mondo dell’elettronica.

IFA 2017 staff Trevi

IFA Berlino 2017

Ecco perché sono anni che insieme a Trevidea e G3 Ferrari partecipiamo da espositori a questo avvenimento fieristico senza paragoni nel campo dell’elettronica di consumo.

L’esperienza sarà grandiosa anche quest’anno, ecco perché non vediamo l’ora di incontrarti all’IFA di Berlino 2019: siamo allo Stand 130, Hall 4.2… tantissime novità ti aspettano… 😉

Staff Trevi IFA 2016

IFA Berlino 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>