Stereo giradischi moderni: dal bluetooth all’encoding

Giradischi stereo moderno
Mai sentito parlare degli stereo giradischi moderni?

Per esempio quelli con funzioni bluetooth ed encoding?

Sono fantastici, perché uniscono le funzioni classiche del giradischi con le tecnologie moderne degli stereo, per darti il massimo della funzionalità e del comfort quando ascolti la tua musica preferita.

Stereo giradischi moderni: i modelli più funzionali

Oggigiorno grazie a impianti HiFi con il giradischi integrato, ottieni suoni audio in diversi formati grazie al blootooth o all’encoding.

Il giradischi con bluetooth ti consente di connetterti ad altri dispositivi dove prendere tracce musicali senza la necessità di cavi.

Un giradischi Stereo con encoding ti permette di registrare i brani direttamente su un formato mp3 per un veloce e facile trasferimento su un qualsiasi dispositivo portatile.
Vediamo alcuni esempi.

Giradischi Stereo con Encoding TT 1075 E

Giradischi stereo con funzione encoding Trevi TT 1075 E

Grazie alla funzione Full Encoding ti permette di registrare direttamente da Giradischi e AUX-IN in formato MP3 su supporto USB. Non male eh?

Scopri tutte le funzioni di questo giradischi stereo!


Stereo Giradischi Concerto TT 1100

Giradischi stereo Trevi TT 1100

Fornito di lettore CD, Mp3 e di ingresso USB per collegare altri dispositivi.

Troverai un sintonizzatore FM per la radio e la funzione Bluetooth.

Invece con la funzione Full Encoding potrai registrare direttamente da CD, giradischi o radio.

Scopri tutte le funzioni di questo giradischi stereo!


Se sei appassionato di giradischi ecco una panoramica delle funzioni classiche e delle componenti principali.

Come funziona un giradischi classico

Un giradischi è composto da un piatto rotante sul quale si poggia il vinile.

La puntina sull’estremità del braccetto permette di trasformare l’energia vibratoria in un segnale elettrico, che viene convertito in un suono grazie agli altoparlanti che lo amplificano.

La testina assume un ruolo di importanza primaria: è una specie di traduttore di suono che consente di interpretare le informazioni del disco e di trasmetterle sotto forma di musica.

Le testine

Esistono due modelli di testina: a magnete mobile e la bobina classica.

La testina a bobina classica dà una qualità di suono migliore in quanto ha una più bassa tensione di uscita, anche se necessita di un buon amplificatore.

La testina a magnete mobile riesce a leggere bene le vibrazioni del disco ed è sostituibile facilmente quando si usura.

La trasmissione

Un elemento importante per la scelta di un giradischi è la trasmissione, detta anche trazione, che consente il passaggio di vibrazioni dal piatto su cui si pone il disco.

La trazione diretta prevede che il piatto e il motore del giradischi siano un tutt’uno ma la riproduzione spesso risulta di scarsa qualità.

La trazione con cinghia è indice di buona qualità perché offre garanzie maggiori di isolamento tra motore e piatto-testina e permette un fedele ascolto della musica.

I materiali

Il giradischi lavora sulle vibrazioni e i materiali di cui è composto devono essere selezionati con attenzione.

Per esempio un piatto di acrilico dà garanzia di inerzia e rigidità mentre un braccio costituito da fibre di carbonio risulta più leggero e allo stesso tempo resistente alla torsione.

Anche i piedini anti-vibrazioni e il motore disaccoppiato sono elementi importanti che consentono di annullare la vibrazione meccanica.

La puntina

Per sapere quindi se un giradischi è di buona qualità è importante che attutisca o annulli le vibrazioni dell’ambiente e, dall’altra, eviti che la lettura del disco in vinile crei nuove vibrazioni.

La puntina amplifica il segnale sonoro e una perturbazione, sia pure minima, del suo movimento mentre legge un disco, può trasformarsi in un fastidioso rumore riprodotto immediatamente da diffusori acustici.


Scopri qui tutti i giradischi stereo Trevi!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>