Stereo portatile compatto: come scegliere quello giusto?

Stereo portatile compatto

Stereo portatile compatto: in origine era il boombox

Nato negli anni ottanta con il nome di Ghetto Blaster e poi Boombox, lo stereo portatile compatto ha fatto la storia della cultura pop e ha contribuito alla diffusione della musica rap e hip hop, tanto da essere ancora oggi protagonisti di film e videoclip a tema.

Nella cinematografia anni ’80/’90 c’è sempre uno stereo portatile compatto che accompagna i protagonisti amanti della musica (dalla serie TV Fame, ai Footlose o Dirty Dancing fino a Sister Act 2, la lista è infinita), ci hai mai fatto caso?

Il grande successo di questi prodotti elettronici è quindi facile da capire. La struttura stessa del boombox, infatti, è molto semplice, ma perfettamente funzionale: una cassa con due altoparlanti laterali e, al centro, uno slot per le cassette (e ora i CD). Non meno importate la possibilità di sintonizzarsi con le stazioni radiofoniche in Am o Fm: il massimo per la tecnologia degli anni ’80.


Per approfondire puoi leggere la “Storia del boombox


Come scegliere uno stereo portatile compatto

Il fascino dello stereo portatile compatto comunque non accenna a esaurirsi nemmeno dopo più di 30 anni. Il perché risiede nella sua capacità di sapersi adeguare alle innovazioni tecnologiche e nella sua estrema versatilità.

Vediamo quindi come scegliere lo stereo compatto più vicino alle tue necessità.

Iniziamo dalle funzionalità di base che proprio non possono mancare, applicate a un esempio pratico: il nostro Stereo Portatile Boombox CMP 548 BT:

Stereo Portatile Boombox TREVI CMP 548 BT
» Lettore di file registrati su CD in formato MP3,CD,CD-R/RW
» Radio AM/FM Stereo
» Connessione BT facile ed immediata
» Permette di ascoltare musica senza fili da tutti i dispositivi Bluetooth® (smartphones, tablet, pc)
» Risponditore viva voce conversazioni telefoniche
» Ingresso SD/USB per riproduzione file MP3
» Ingresso stereo AUX IN
» Display LCD
» Presa di cuffia stereo
» Antenna telescopica orientabile
» Alimentazione: 230V ~ 50Hz – 6 batterie formato “C” (UM2)
» Dimensioni: 220 x 220 x 120 mm

Caratteristiche tecniche: formato file

Se è vero che della struttura e dei materiali del lettore CD si parla molto nei forum dedicati ai fruitori di musica Hi-Fi, a te che vuoi musica a portata di mano con uno stereo economico, basta conoscere la tipologia del formato letto, per evitare di trovarti con CD che poi non capisci perché non vengono riprodotti.

Come funzionalità aggiuntiva ai CD puoi considerare anche i CD-R/RW, ovvero i Compact disc Rewritable, tipo di CD in cui i dati possono essere modificati anche dopo la prima masterizzazione.
Se poi sei un appassionato dei formati MP3 controlla che lo stereo portatile compatto che scegli abbia anche quella particolare funzionalità.

Caratteristiche tecniche: la potenza

Parliamoci chiaro: lo stereo portatile compatto va usato in un ambiente piccolo o medio, meglio se chiuso… parlare di Watt reali e potenza ha poco senso. Ti stai chiedendo cosa sono i Watt reali? In poche parole si tratta del valore ottenuto dividendo i Root mean square (RMS) in uscita per 8 ohm. Spesso non è un valore dichiarato dal produttore, ma diventa semplice da calcolare, dato che si tratta di valori indicati sulle confezioni esterne. Se non hai capito bene sappi che questo dato ti interessa soltanto se sei un appassionato di sistemi sonori più orientati all’alta fedeltà (puoi spostarti in questo caso sull’articolo “Come scegliere un mini impianto Hi-fi“).

Un errore comune che fanno molte persone è quello di cercare il prodotto con la potenza maggiore ma, spesso, finiscono per acquistare un accessorio dai requisiti e dai costi eccessivi che non verrà mai sfruttato al massimo delle sue potenzialità.

Lo stereo portatile viene solitamente scelto se desideri spostarlo frequentemente, magari da una stanza all’altra o dalla camera da letto al giardino, o se vuoi ascoltare musica in casa. Al massimo puoi portarlo in spiaggia con qualche amico, ma solo se ti accontenterai di un’amplificazione sonora senza troppe pretese.

Caratteristiche tecniche: gli ingressi

Seconda cosa da osservare sono gli ingressi dello stereo portatile. Anche i modelli anni ’80 mostravano entrate e uscite particolari ma oggi, ovviamente, la scelta di accessori da poter aggiungere al tuo boombox è aumentata.

Si rivelano molto utili gli ingressi Aux In (INgresso AUXiliario), progettati per collegare la televisione o un altro dispositivo al sistema stereo (ricordati di acquistare il cavetto adattatore jack, spesso non in dotazione).

Dal canto loro, anche le porte USB si dimostrano particolarmente funzionali, soprattutto se ti piace ascoltare le tue play list salvate dal computer o dallo smarphone.
Questa funzione, in particolare, incarna il perfetto connubio tra tradizione e novità. Immagina una festa o una riunione tra amici: piazzare un boombox in bella vista e collegarlo al computer ti permette di diffondere la tua musica preferita, per lanciare sfide di ballo davvero divertenti. Non c’è possibilità di rimanere a corto di buon sound.

Se poi lo stereo portatile è dotato di funzione Bluetooth® basta connetterlo con il dispositivo dal quale vuoi prendere la tua musica preferita e il gioco è fatto senza incastri di sorta 😉

Caratteristiche tecniche: la programmazione dei brani e la radio DAB

Stereo Portatile DAB Trevi CMP 581

Quando ascolti la radio nel tuo stereo è utile memorizzarti le tue stazioni FM preferite, così da trovarle in pochi semplici click.

Altra funzionalità da non trascurare è la programmazione dell’ordine con cui vuoi che vengano riprodotti i brani.

Oltre alle classiche frequenze radio analogiche, con lo stereo portatile CMP 581 potrai ascoltare anche tutte le stazioni che trasmettono con segnale digitale, grazie alla radio DAB.

Stereo portatili compatti: prezzi

Radio Registratore TREVI RR 501 BT

Alla luce di quanto detto, gli stereo portatili CD si rivelano un acquisto utile se vuoi portare la tua musica sempre con te, senza spendere tanto. Ci sono collezionisti di boombox e sistemi di amplificazione vintage che investono parecchio, ma non preoccuparti il range di prezzo è accessibile a tutti.

Puoi trovare boombox con funzionalità specifiche come il radio registratore a musicassette con bluetooth, oppure stereo compatti dal design vintage, come lo Stereo Portatile CMP 562.

A livello di prezzi comunque andrai da un minimo di venti euro a un massimo di 100/150 euro per queste tipologie di stereo portatili.

A dispetto di quanto fatto dai modelli più vecchi, i nuovi stereo portatili lanciati sul mercato offrono un’ottima diffusione del suono e mantengono il loro stile aggressivo e leggero.

Proprio grazie al suo prezzo accessibile, lo stereo portatile compatto è un oggetto ideale da regalare o regalarsi per celebrare l’acquisto di una nuova casa o per sentirsi meno soli in una camera condivisa.

Che te lo dico a fare? Il boombox è un must have per gli amanti della musica di ogni età.


Guarda la vetrina di tutti i nostri stereo portatili!


2 commenti su “Stereo portatile compatto: come scegliere quello giusto?

  • Alfio Rosario Palermo scrive:

    Spettabile Trevi,
    ho recentemente acquistato un radioregistratore trevi rr 501 bt nero e vorrei farVi i complimenti per questo fantastico prodotto! Il design, le caratteristiche ed il suono sono di alta qualità, nonostante le dimensioni ridotte. L’idea di abbinare le vecchie cassette a nastro alle schede sd/mmc ed il bluetooth si è rivelata ingegnosa. Portatile, efficente e retro, non ho di che lamentarmi, perché ho riscoperto le vecchie usanze di registrare su cassetta dalla radio, dal microfono in aggiunta da bluetooth e schede sd/mmc. Nel ringraziarVi per avermi reso contento, Vi porgo i miei più cordiali saluti!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>